Ma dove viviamo?! Un fiore per Claudia e Teresa
Oct 01

Un sito internet locale (clicca qui) ha pubblicato un filmato nel quale il Sindaco di Sorrento viene ripreso mentre dirige il traffico all’incrocio di Marano.

Al di là di ogni considerazione sull’opportunità di tale iniziativa (considerazioni e commenti li lasciamo fare come sempre agli amici di questo blog) , invitiamo il Sindaco ad interessarsi anche dello spazio antistante il nuovo parco giochi “Ibsen”, nei pressi della Porta di Parsano.

Bus turistici e altri automezzi manovrano e sostano costantemente a pochi metri da uno spazio dedicato al gioco all’aperto dei bambini, dove la qualità dell’aria meriterebbe di essere salvaguardata.

 

Bus Parsano 2 Bus Parsano

3 Commenti

  1. ggugg Ha scritto:

    Suvvia, io non sarei troppo critico verso chi si rimbocca le maniche per dare una mano a dirimere il traffico. Dopotutto, se l’Italia ha avuto un presidente-operaio, Sorrento può ben permettersi un sindaco-vigile. Secondo me quella del nostro Primo Cittadino era una citazione da appassionato di Alberto Sordi: http://www.youtube.com/watch?v=wZVcoM6KkWA

    Leggendo il resto del post e guardando le foto, ma anche sperimentando spesso in prima persona l’imbottigliamento cittadino causato soprattutto da mezzi pesanti che sostano e fanno manovra dove non dovrebbero, come un riflesso condizionato mi tornano in mente alcune parole: “Guarda, gua’ chistu ciardino; / siente, sie’ sti sciure arance. / Nu prufummo accussì fino / dinto ‘o core se ne va…”. Voi vi ricordate di chi sono? A quale poesia appartengono? Io l’ho dimenticato…

    La legalità è un argomento che non può mai essere dato per acquisito del tutto. Il senso di rispetto reciproco che vi sottende va continuamente alimentato, rinnovato, arricchito, “protetto”. È per questo che apprezzo molto tutte le iniziative che vengono promosse su questo tema. L’ultima di cui sono venuto a conoscenza è stata promossa dalla Caritas Diocesana Sorrento-Castellammare di Stabia. Si tratta di una serie di seminari che prendono il via oggi 3 ottobre e durano, con cadenza quasi settimanale, fino al prossimo 5 dicembre.
    Questo è il programma completo:

    “Ad occhi aperti. Uno sguardo sulla legalità”

    Presentazione: Carità, giustizia e povertà – 3 ottobre, mercoledì – ore 19.30
    * don Carmine Giudici (delegato regionale di Caritas Campania)
    * dott. Francesco Marsico (vice Direttore di Caritas Italiana)

    I area - La fragilità
    Libertà e detenzione – 5 ottobre, venerdì – ore 19.30
    * dott.ssa Miriam Cusati (responsabile per la Campania di Amnesty International)
    * don Raffaele Sarno (Cappellano del carcere di Trani)

    Immigrazione – 10 ottobre, mercoledì – ore 19.30
    * ing. Aladino Josè (presidente del Comitato Panafricano di Napoli)
    * prof.ssa Giustina Orientale Caputo (Sociologia dell’Immigrazione, Università “Federico II”)

    II area - Il lavoro
    Lavoro, racket e usura – 12 ottobre, venerdì – ore 19.30
    * dott. prof. Raffaele Lauro (prefetto, commissario straordinario del governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura)
    * dott. Tano Grasso (presidente onorario della Federazione delle Associazioni Antiracket Italiane)
    * Fondazione Exodus 94

    Cittadinanza, legalità e lavoro nel Sud – 26 ottobre, venerdì – ore 18.30, presso le Terme Stabiane
    * dott. Savino Pezzotta (presidente Fondazione per il Sud)

    III area - La cittadinanza
    Cittadinanza e legalità – 9 novembre, venerdì – ore 18.30
    * prof. Luca Diotallevi (ordinario di Sociologia Università Roma Tre)
    * dott.ssa Cetta Criscuolo (magistrato del Foro di Salerno)

    I giovani e la cittadinanza – 14 novembre, mercoledì – ore 18.30
    * dott. Diego Cipriani (direttore dell’Ufficio Nazionale Servizio Civile)
    * S.E. mons. Domenico Sigalini (vescovo di Palestrina)

    IV area - La vita affettiva
    Tutela dei minori – 21 novembre, mercoledì – ore 18.30
    * dott.ssa Alessandra Rosa Rosa (sociologa dell’associazione Internos)
    * dott. Stefano Trapani (presidente del Tribunale per i Minori di Napoli)

    Tutela della vita – 30 novembre, venerdì – ore 18.30
    * prof. Lucio Romano (vice Presidente naz.le Movimento per la Vita)

    Conclusioni – 5 dicembre, mercoledì – ore 18.30
    * S.E. mons. Felice Cece (arcivescovo di Sorrento - Castellammare di Stabia)
    * don Vittorio Nozza (Direttore di Caritas Italiana)

    Gli incontri si terranno presso il Centro di Accoglienza “Beata Madre Teresa di Calcutta”, via San Bartolomeo, 72 – Castellammare di Stabia (Napoli), eccetto l’incontro con Savino Pezzotta che si svolgerà presso le Terme Stabiane.

    Per ulteriori informazioni: tel: 0818701702, fax: 0813901803, e-mail: segreteria@caritasdiocesanasorrento.it

  2. Pierpaolo Ha scritto:

    Attraverso spesso l’area antistante il parco giochi Ibsen, che a parere mio è una lodevole opera dell’amministrazione sorrentina. La presenza di bus turistici è costante. Ora la sola presenza non sarebbe dannosa se, i bravi autisti dei mezzi, provvedessero a spegnare i motori di questi enormi aggeggi. Inoltre occupano molto spazio, spesso il traffico si blocca e via giù altri scarichi non salutari. Amministratori vogliamo salvaguardare la salute dei bamabini e genitori che godono del parco giochi? D’altro canto questo sarebbe anche un modo per salvaguardare un’opera buona che avete compiuto.
    Ma vorrei segnalare un altro aspetto delicato legato a quella zona: il transito di motorini in tutti i sensi attaverso Via Sersale, un transito tra l’altro a velocità talvolta decisamente elevata. Ora se come penso qualche amministratore legge quello che si scrive in questo blog, perchè non si provvede con l’installazione di telecamere per rilevare i continui trasgressori del divieto di transito (fatta eccezione ovviamente per i residenti) per quella strada ? Dobbiamo aspettare che quei pochi centimetri separanti il povero pedone dall’incauto conduttore del motorino di turno, prima o poi (e non voglio fare lo iettatore ma statisticamente diventa giorno per giorno più probabile) non siano più sufficienti ad evitare un incidente ? Spero davvero che chi di dovere, prenda spunto da questa nota e si attivi per garantire sicurezza ai cittadini pedoni e, mi sembra un argomento qui già trattato, si provi a fare qualcosa affinchè le regole siano rispettate e puniti i trasgressori !

  3. pasquale Ha scritto:

    Il viavai dei motorini in via Sersale è uno scandalo che dura da anni.
    Genitori che accompagnano i bambini a scuola, anziani che portano a casa la spesa, gruppi di turisti che sostano accanto alla Porta di Parsano sono costretti a scansarsi per non essere investiti dai motorini che vanno continuamente su e giù.
    Scandalosa è l’arroganza dei motociclisti, ma scandalosa è anche la mancanza di controlli da parte dei vigili urbani.

Lascia un commento