Il pregio degli italiani Ridateci il distributore…
Mar 13

(da Positanonews 11-3-2008)

Sorrento: Piazza Veniero, polemica per il bar (di Vincenzo Maresca)

Ennesima protesta degli ambientalisti sull’inciucio di piazza Veniero, alberi sempre a rischio taglio e spazi sempre più vasti per la cementificazione. Nonostante la raccolta di 500 firme dello scorso anno per salvare uno degli ultimi avamposti del verde pubblico della città è notizia dell’ultima ora che i due grossi “Cedri del Libano” di oltre 15 metri di altezza e di età di circa 70 anni potrebbero diventare legna per il camino per fare posto ad un  piccolo chiosco, un bar da mettere a disposizione dei turisti. L’ultimo sacrificio, in ordine di tempo, per la speculazione di una piazza dove un tempo vivevano alberi di vario genere. E’ possibile che su un intero piazzale libero da vincoli e da strutture edilizie un piccolo chiosco dalle ridotte dimensioni debba occupare per forza il posto di un albero dall’età di circa trequarti di secolo?”

piazza veniero (da positanonews)

 

***

Come diceva nel secolo scorso John Muir, naturalista e pioniere della conservazione della natura: 

“qualsiasi stupido è capace di distruggere gli alberi”.

 

***

Un Commento

  1. ggugg Ha scritto:

    «Quando gli uomini vivevano dentro la natura, gli alberi erano un tramite di comunicazione della terra con il cielo e del cielo con la terra»

    (Mario Rigoni Stern, “Arboreto salvatico”)

Lascia un commento