Jun 30

Qualche settimana fa, a S.Agnello, Marco Travaglio ha presentato il suo nuovo libro “La scomparsa dei fatti”, sottotitolo: “Si prega di abolire le notizie per non disturbare le opinioni”.

In estrema sintesi, la tesi sostenuta nel libro è la seguente: la maggior parte dei giornalisti e degli altri operatori della comunicazione del nostro paese, quando devono raccontare una realtà scomoda per la classe dirigente, prima ancora di narrarla con qualche benevolo aggiustamento, tendono ad alterarla, in certi casi addirittura a nasconderla.

Travaglio ha indicato una serie di motivi per spiegare questo atteggiamento, ma il principale è che raccontare i “fatti” con precisione significa procurarsi rogne e nemici. Meglio non scontentare nessuno ed essere amici di tutti, barcamenarsi tra le notizie, aggiustarle o amputarle. Il motto è: “niente fatti, solo opinioni”. Senza fatti si può sostenere tutto e il contrario di tutto, con i fatti, no. Del resto, c’è chi è nato servo e, come diceva Victor Hugo, “pagherebbe per vendersi”.

Nel dibattito che è seguito alla affollata presentazione, la discussione si è spostata sul tema del rispetto della legalità (le notizie che si preferisce “abolire” sono ovviamente quelle che riguardano comportamenti censurabili o illeciti).
E’ intervenuto anche il procuratore generale di Torre Annunziata, Diego Marmo, ben conosciuto a Sorrento  per l’inchiesta sul tragico incidente del primo maggio. Riferendosi al tema dell’abusivismo edilizio e dei danni che ha arrecato ed arreca al prezioso ambiente della Penisola Sorrentina, il magistrato ha osservato che nel tempo i comportamenti illeciti si sono sempre più estesi e, piuttosto che eventi “fisiologici”, sono diventati eventi “patologici”.

Il paesaggio della Penisola Sorrentina non è “soltanto” un bene ambientale, è anche la “risorsa” che ha consentito la nascita di tutte le attività legate al turismo, la nostra principale industria. E’ quindi un bene anche in senso “economico”, un patrimonio di cui possiamo godere, ma che non dobbiamo “consumare”, se non vogliamo condannare la nostra terra al progressivo decadimento dell’economia e della qualità della vita,  esperienza già vissuta da altre aree della Campania.
In questi anni, l’alibi dell’emergenza abitativa (problema gravissimo e paradossale per comuni dotati di estesi patrimoni immobiliari) ci ha fatto chiudere gli occhi mentre sulle colline nascevano nuovi agglomerati di case abusive ed i sentieri di campagna venivano trasformati in strade carrozzabili.
L’alibi dell’emergenza del traffico e norme ambigue hanno consentito la distruzione degli ultimi antichi agrumeti urbani, che erano stati il simbolo della Penisola Sorrentina, e lo sviluppo del nuovo business dei “box-auto”.
In nome della crescita del turismo, non ci siamo scandalizzati quando gli alberghi si sono alzati di qualche piano o sono stati asfaltati i giardini adiacenti, quando sono state poggiate terrazze sulle Antiche Mura, aperti balconi nella costa tufacea e finestre di alluminio anodizzato nell’antica porta di S.Antonino.

Il titolo del libro di Marco Travaglio (“La scomparsa dei fatti”) sembra adatto anche a rappresentare l’atteggiamento con il quale i rappresentanti politici, gli operatori economici, in parte la stampa locale e la stessa società civile (con l’esclusione di qualche associazione ambientalista) si sono confrontati con i comportamenti illegali e con il degrado del territorio: meglio non parlarne; meglio non scontentare nessuno ed essere amici di tutti.

Jun 23

In questi giorni sarà affisso per le strade di Sorrento un MANIFESTO contenente alcuni brani tratti dai commenti inviati a Sorrentoprimomaggio.com

E’ possibile scaricare il file del manifesto:

IL MANIFESTO DEL BLOG www.sorrentoprimomaggio.com FORMATO PDF

Jun 21

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo questo messaggio sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro.

Mi unisco anche io alla vostra petizione e con me tutti i Tecnici della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro.

Pubblico sul nostro forum il link al vostro sito sperando che anche gli altri si uniscano a questa iniziativa.

http://626prevenzione.forumfree.net

Purtroppo i politici non ascoltano ed in più ogni giorno ci stupiscono con la loro incompetenza! E’ in studio della Commissione Lavoro del Senato una serie di modifiche alla legislazione in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro ma, pur avendo istituito ormai quasi dieci anni or sono la nostra figura professionale con tanto di corso di laurea triennale, nessuno ci conosce, tutti ci ignorano e continuano a dare la possibilità di lavorare in questo settore a chiunque…basta un diploma e 120 ore di corso (il massimo previsto) per essere Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione anche di un’azienda pericolosissima!!!!!
E continueranno ad avere sulla coscienza morti ed invalidi….tutto per la loro incompetenza!!!

Un saluto, Maurizio Di Cunzolo (Tecnico della Prevenzione)

Jun 19

Abbiamo ricevuto un messaggio in ricordo di Teresa Reale, che vogliamo condividere.

Non ho commenti da fare. Ho conosciuto Teresa ed eravamo colleghe e “compagne”
di stanza. Lascio questa lettera e questa poesia che ho scritto per lei.

Piano di Sorrento, lì 29 Maggio 2007.

Cara Teresa,

Il calendario che ho davanti a me in ufficio mi sta dicendo che tra pochi
giorni sarà trascorso un mese da quando te ne sei andata via.
Ancora non riesco a credere che tu non ci sia più: non c’è una mattina che
non mi trovo a fantasticare, venendo a lavoro, di vederti, di sentire la tua
voce che, amica come sempre, ci dica che è stato tutto uno sbaglio, che in
quel terribile incidente eri solo ferita e ora sei guarita…
Non riesco proprio a rassegnarmi, a farmene una ragione: ho perso un’amica,
una sorella, una consigliera, una guida, una mamma. Tutto in una sola volta, in
un terribile, straziante, interminabile attimo: una telefonata che mi
comunicava la tragedia.
Mi mancano i tuoi “bisticci” con il computer (e il tuo modo di risolverli
“riavviando” la macchina), mi mancano le nostre risate sui piccoli pasticci
di ogni giorno (come la volta che volevi telefonare pigiando i tasti della
calcolatrice oppure la volta che io per ricaricare il cellulare, sbagliando
presa, tolsi la corrente ai vostri computer…), mi mancano i tuoi consigli sul
lavoro (tante cose non le avrei mai fatte senza il tuo aiuto), mi manca il tuo
riferimento nella vita come donna, moglie, mamma e lavoratrice. Ogni volta che
mi sentivo assalita dalle difficoltà mi dicevi sempre: “Non ti preoccupare,
aspetta, ora questa cosa la vediamo assieme e la risolviamo”. Non c’è
stata una volta che non mi hai dedicato attenzione,  anche se la tua vita era
piena zeppa di impegni in famiglia, col lavoro, nello sport, con la fede: non
ha mai negato attenzione a nessuno e hai avuto sempre un sorriso e una parola
di conforto per tutti. E, quando ci vedevi particolarmente stressati o stanchi,
ci portavi dei dolcetti, cioccolatini oppure organizzavi qualcosa di carino per
noi, come quella volta che abbiamo cucinato la pasta tutti assieme.
Ti ho sognato, sorridente e vestita di rosa, e mi hai detto: “Va tutto
bene”. Sei stata alcuni minuti a chiacchierare con me e poi mi hai detto:
“Ora devo andare”. Allora io ti ho chiesto:”Torni?” e tu mi hai detto:
“Si, torno non ti preoccupare”.
Forse va tutto bene per te che ci guardi da lassù ma non per noi che siamo
rimasti soli. Chi ci sorreggerà nei momenti di sconforto?
Quando te ne sei andata avrei voluto abbracciare i tuoi figli e tuo marito, le
persone a te più care, e alleggerire un po’ il loro dolore unendolo,
umilmente, al mio. Ma non l’ho fatto perché mi rendo conto che tante sono le
persone che ti vogliono bene e troppi abbracci avrebbero finito per
incrementare anzicchè diminuire il loro dolore. Ma mi è rimasto un groppo in
gola che ancora non va giù. Chi mi consolerà?
Mi hai sempre detto che le cose non accadono mai senza motivo, che c’è  uno
scopo per ogni cosa. Ma qual è lo scopo di tutto ciò? Forse tu ora vorresti
che noi imparassimo ad andare avanti da soli, a sorreggerci ed aiutarci l’uno
con l’altro in ricordo e nel rispetto del bene che hai voluto a tutti noi. Ci
proveremo, ci stiamo già provando, ma è difficile. E’ difficile crescere e
fare i conti con la realtà. Specie quando è particolarmente dura e
inaccettabile. Forse solo il trascorrere del tempo ci alleggerirà un po’
l’animo. La vita va avanti, ma non è la stessa cosa e non lo sarà mai.
Non ho rimpianti sul passato, perché ci siamo volute bene e stimate
reciprocamente: forse non ce lo siamo dette mai a parole, ma lo abbiamo capito
sempre entrambe dal comportamento quotidiano e da tante piccole cose. I miei
rimpianti riguardano il futuro e tutte le cose che non faremo più assieme:
niente più pausa pranzo “al volo” sulla spiaggia (con tanto di panino e
partitina di palla a volo),  niente più disquisizioni ad ampio raggio sulla
famiglia, il ruolo della donna, la religione e anche la politica, niente più
progetti studiati assieme per migliorare e coordinare il nostro lavoro, niente
più tifo per il tuo adorato Milan.
Ti ho sempre ammirato molto e non ne ho mai fatto mistero con te. Sei sempre
stata una persona decisa, forte e coerente ma nello stesso tempo dolce e
amorevole. Nella vita hai fatto delle scelte, le hai fatte tue e le hai portate
avanti, consapevole che per farlo hai dovuto rinunciare a qualcosa che pure di
avrebbe potuto dare soddisfazioni.
Una cosa non ti ho mai detto e lo faccio ora: voglio dirti grazie per quello
che sei stata per me e che ancora sei, perché quando si vuol bene a qualcuno
lo si porta dentro anche quando non c’è più.  Con te ci parlo quasi tutti i
giorni perché lo so che mi ascolti, come ancora parlo col fratellino che ho
perso 25 anni fa di cui ti ho più volte parlato. Ora hai un bimbo in più di
cui prenderti cura, so che entrambi mi “osservate” e spero di non
deludervi.
Basta pensieri tristi. Voglio dedicarti le poche righe che seguono. Non saranno
“poetiche”, ma sono scritte col cuore. Ciao, “mamma” Teresa.

A Teresa

“Di amore ci hai cresciuti
e di saggezza ci hai vestiti.
Gioia di vivere ci hai insegnato
e testarda quanto basta con amore ci hai imposto
 di guardare al di là del muro della diffidenza,
della sofferenza, delle gelosie e delle parole non dette.
Testardi più di te oggi soffriamo
e in ricordo tuo ci raccogliamo,
ma domani il tuo insegnamento e il tuo gioioso amore
saranno la gioia nostra e di chi ci ama.
Amore tutti lo sanno provare,
ma non tutti lo sanno insegnare.
Grazie Teresa”.

Tua Anna Leila                                                                                                     

Jun 12

Tempo fa un turista ha girato un breve video a Sorrento. Il filmato è finito su YOU-TUBE ed è stato scovato da Giuliano, che lo ha pubblicato sul suo blog. Il blog è:

www.leggeramente.it

 Il titolo del filmato è: 

“HOW TO CHOP A TREE ON A PUBLIC ROAD, Sorrento, Italy”

 

 

Jun 09

Il 7 Giugno scorso si è tenuta la riunione del Consiglio Comunale di Sorrento, con all’ordine del giorno anche una discussione sul tragico evento del 1° Maggio 2007 e la commemorazione delle vittime.

L’argomento è stato liquidato in poche battute. Il Sindaco ha letto un discorso nel quale ha invocato il valore della legalità. Hanno fatto seguito gli interventi di due consiglieri di minoranza.

Il giorno precedente avevamo inviato via e-mail al Presidente del Consiglio Comunale una lettera indirizzata a lui stesso e a tutti i Consiglieri, nella quale chiedevamo che quattro domande che abbiamo raccolto su questo blog, fossero rivolte al Sindaco e alla Giunta.

Il Consiglio Comunale non ne ha purtroppo tenuto conto. I nostri interrogativi restano e attendono una risposta. Sulla pagina “le nostre domande” è consultabile la lettera che abbiamo inviato al Consiglio Comunale.

Ci aspettavamo un’analisi in merito a ciò che quel giorno non ha funzionato, facendo sì che l’incidente provocasse la morte di due persone. Ci aspettavamo una discussione sulle azioni da intraprendere per evitare che incidenti del genere si ripetano in futuro.

L’importanza dell’argomento meritava, a nostro avviso, una discussione più approfondita.

Jun 05

Ringraziamo Marco Travaglio per aver “linkato” il nostro blog dal sito

www.marcotravaglio.it

May 01

PER NON DIMENTICARE

sottoscrivi anche tu il documento inviando una e-mail con nome e cognome a:

info@sorrentoprimomaggio.com

 

Il primo maggio del 2007, giorno della festa dei lavoratori, era dedicato alla prevenzione delle morti sul lavoro. Quel giorno le immagini che provenivano da Sorrento sono arrivate nelle case di tutti gli italiani, rimasti increduli davanti alla notizia di un incidente tanto assurdo.

La magistratura sta cercando di chiarire i particolari della vicenda rilevanti sotto l’aspetto giudiziario. Alcuni operai lavoravano con la gru (la magistratura stabilirà “se erano autorizzati a farlo”). Il braccio metallico della gru si è rotto (la magistratura stabilirà “perché si è rotto”) ed è precipitato, uccidendo due donne che uscivano dalla chiesa. Qualcuno (la magistratura stabilirà “chi”) avrebbe dovuto controllare che quel braccio metallico non volteggiasse sulla testa dei passanti e perché non ci fossero transenne o almeno un nastro bianco e rosso.

Qualche giorno fa il magistrato che si occupa dell’inchiesta ha sollecitato una maggiore collaborazione da parte dei cittadini affinché forniscano le informazioni che ancora mancano per ricostruire gli eventi nella loro completezza. È quindi probabile che ancora molti non sappiano che il lavoro dei magistrati è stato finora reso difficile dalla scarsità di testimonianze significative.
A tutti chiediamo ogni collaborazione perché si possa stabilire la verità.

C’è, però, una domanda alla quale la magistratura non potrà dare risposta: “Com’è possibile che la vita di cittadini innocenti sia stata messa a rischio con tanta superficialità?“
A questa domanda possiamo rispondere solo noi sorrentini.
La nostra risposta è che da alcuni anni si sono indeboliti il nostro senso delle regole e la percezione stessa della “legalità” come valore. Abbiamo smarrito la consapevolezza che dietro l’infrazione della legge c’è sempre un danno per un altro. Si sono affievolite parallelamente anche la severità e la fermezza nel pretendere il rispetto della legalità. Far rispettare la legalità non significa altro che stare dalla parte dei cittadini onesti e di quelli che hanno maggiore bisogno di protezione. Abbiamo, purtroppo, imparato a considerare tollerabili comportamenti offensivi per la città quando non toccano il nostro personale interesse.
Solo oggi, con dolore, ci accorgiamo di quanto la mancanza di attenzione e l’inosservanza delle regole si possano tradurre in una tragedia (consumatasi nel cuore di Sorrento, sotto le finestre della casa comunale) tale da infliggere ferite inguaribili alla coscienza della comunità.
Non è in gioco l’immagine della nostra città quanto la nostra identità di cittadini.

Dobbiamo pretendere da noi stessi, da chi si è assunto l’onore e l’onere di governare la città e dai funzionari pubblici che hanno il privilegio di lavorare al servizio della comunità, che sia rimesso al centro di ogni operare il valore della legalità. Affinché il sacrificio di due care persone, due donne generose e ricche di umanità, non vada perduto.

 

Ad oggi, questo documento è stato sottoscritto da 903 persone.

Laura Abbundo, Nunzia Acampora, Tina Addolorato, Anna Aiello, Astrid Aiello, Lara Aiello, Salvatore Aiello, Rachele Aiello, Mauro Albino, Roberto Aldi, Gian Paolo Aloi, Teresa Alfarano, Luigi Alfaro, Valeria Alfieri, Antonino Amore, Giovanna Amoruso, Teobaldo Amuro, Angelo Ancarani, Elisabeth Clare Anchois, Giancarlo Antonetti, Giovanni Antonetti, Renato Antonetti, Costantino Apicella, Giovanni Aponte, Teresa Aponte, Antonella Aprea, Carlo Aprea, Pasquale Apreda, Tiziana Apreda, Rita Aprile, Alessandro Ari Orlandi, Ernestina Arioli, Alfonso Arpino, Bruno Arpino, Alessandra Ascione, Antonio Ascione, Filippo Ascione, Jacopo Ascione, Lorenzo Ascione, Margherita Ascione, Maria Bruna Ascione, Matilde Ascione, Valentina Ascione, Enny Astarita, Luigi Astarita, Mario Astarita, Stefania Astarita, Anna Attardi, Giuseppe Attardi, Raffaele Attardi, Rosaria Audieri, Maria Rosaria Aulicino, Amelia Aversa, Pasquale Aversa, Patrizia Aversa, Aldo Aveta, Claudia Aveta, Pierluigi Aveta, Rossana Aveta, Stefan Bachmann, Alessandra Balduccini, Lorenzo Teresa Luigi Erika Rosario Gianmarco e Daniele Balducelli, Marco Ballerini, Alessandra Balzano, Ivana Balzano, Serena Balzano, Serena Baraldi, Enzo Barbato, Paolo Barbera, Anna Maria Barbieri, Tancredi Basso, Davide Baù, Giorgia Bauer, Mariangela Bellini, Marisa Bellucci, Luigi Belluti, Giovanni Belnome, Vittorio Belnome, Gabriella Beneggi, Simonetta Berti, Sophie Besnier, Ugo Betti, Vittorio Betti, Paola Bianchi, Patrizia Bianco, Rossana Biassoni, Guido Billwiller, Chiara Bisconti, Camillo Bolognini, Francesco Bonati, Lucio Bonavolontà, Mattia Bonavolontà, Caterina Bonetti, Angelo Bonissoni, Chiara Bordogni, Claudia Bordogni, Rosaria Borelli, Alice Bornaccini, Manuela Borrelli, Sara Borrelli, Emilia Borriello, Nicola Bosco, Valentina Bosio, Francesco Botta, Rita Bottiglieri, Stefania Brandi, Domenico Brico, Giulia Broggi, Alfonso Bruno, Annibale Bruno, Gina Bruno, Veronica Brusaporci, Valeria Bubba, Laura Buccafusca, Chiara Buffa, Donatella Buovolo, Paolo Butti, Silvana Cacace, Teodoro Cacace, Teresa Caccaviello, Giulio Cafiero, Luigi Cafiero, Cesare Caiazzo, Nello Calemma, Vincenzo Califano, Alberto Caliri, Marina Cambi, Maurizio Cambi, Lucio Candalia, Salvatore Cangiani, Luisa Cangiano, Michele Cannavacciuolo, Lucilla Canova, Carla Caponi, Giovanni Capparelli, Annarosaria Cappiello, Diego Cappiello, Maria Maddalena Cappiello, Giuseppe Cappiello, Liberato Cappiello, Luigi Cappiello, Claudio Walter Capriotti, Daniela Carbone, Gabriella Carbone, Luigi Carbone, Sabrina Carbone, Stefania Carbone, Gabriele Cardone, Piero Carnevale Garè, Vincenzo Carotenuto, Raffaele Carrano, Barbara Carta, Angela Casa, Eleonora Casa, Ugo Casa, Giovanni Casola, Ornella Casotti, Cristina Cassina, Annalisa Castaldi, Emerita Castellano, Francesca Castellano, Giovanni Castellano, Lia Castellano, Angelo Castiglioni, Roberto Catalano, Alfonso Catuogno, Anna Cavaliere, Alfredo Cecere, Gabriella Cecere, Manuela Cecere, Claudio Celentano, Laura Celentano, Patrizia Ceraldi, Alessandro Cesaro, Antonino Chiummo, Mario Cicala, Giulio Cilento, Monia Cilento, Aldo Cinque, Anna Cinque, Daniela Cinque, Luigi Carlo Cinque, Michele Cinque, Raffaele Cioffi, Barbara Cipriani, Marco Ciuti, Giovanni Coco, Francesco Coco, Serena Coco, Milena Cocurullo, Tonino Cocurullo, Antonella Codispoti, Enrica Colombo, Ruben Colonna, Rosaria Colotti, Linda Confalonieri, Michele Conforti, Alessandro Coppola, Amelia Coppola, Angela Coppola, Flavio Coppola, Lorenzo Coppola, Luciana Coppola, Luigi Coppola, Nello Coppola, Paola Coppola, Sara Coppola, Giovanni Coraggio, Giulio Coraggio, Massimo Coraggio, Paola Coraggio, Valeria Corcione, Sonia Cosentino, Mariolina Costagliola, Massimo Costagliola, Salvatore Costagliola, Massimo Cotella, Maria Teresa Cremonesi, Laura Cucari, Luciana Cucari, Antonino Cucinella, Antonino Dario Cugola, Marco Cuomo, Gabriele Cricri, Lucio Cricri, Giulio Cuccurullo, Roberta Cupri, Paola D’Ajello Caracciolo, Pasquale D’Alessio, Annalisa D’Amora, Maria Damiani, Antonio D’Aniello, Veronica D’Antuono, Marco D’Apice, Pier Enrico Darbesio, Massimo d’Arco, Virginia D’Auria, Simonetta D’Autorio, Antonella De Angelis, Antonino De Angelis, Giuseppe De Angelis, Paola De Angelis, Peppe De Angelis, Claudia De Biase, Virginia De Conti, Pietro de Cristofaro, Cinzia De Francesco, Giovanna Del Duca, Guido Giuseppe Della Martora, Concettina del Mauro, Carlo Del Vecchio, Giuliano De Luca, Giuseppe De Maio, Laura De Maio, Lucia De Maio, Luigi De Maio, Luisa De Maio, Brunella de Martino, Sergio De Martino, Pasquale De Michele, Gianni Demichelis, Fabiola De Nicola, Maria De Nicola, Lucio de Nicola, Micaela De Nicola, Michele de Nicola, Rachele de Nicola, Raffaella de Nicola, Sara de Nicola, Stefania De Nicola, Vittoria De Nicola, Luca De Paoli, Pierpaolo De Pasquale, Carlo De Rogatis, Paolo De Rogatis, Anna Maria De Rosa, Assunta De Rosa, Doralisa de Rosa, Giuseppe de Rosa, Maria Luisa De Rosa, Marco De Simone, Sergio De Simone, Alessandro d’Esposito, Antonio D’Esposito, Giuseppe D’Esposito, Giuseppe d’Esposito, Paolo D’Esposito, Tony D’Esposito, Vincenzo D’Esposito, Paolo Di Censo, Maurizio di Cunzolo, Massimo Di Fiore, Filippo Di Lorenzo, Italo Di Lorenzo, Carmela Di Maio, Emiliana Di Maio, Massimo Di Maio, Pepito Di Maio, Tatiana Di Maio, Brunella Di Martino, Rossella Di Pesa, Giovanni di Prisco, Rosalba Di Prisco, Cataldo D’Orso, Antonino Durante, Francesco Durante, Maria Pia Durante, Patrizia Ercolano, Alessandro Esposito, Daniela Esposito, Anna Esposito, Anna Maria Esposito, Annamaria Esposito, Antonella Esposito, Antonietta Esposito, Antonino Esposito, Antonino Esposito, Fabrizia Esposito, Gian Marco Esposito, Gianni Esposito, Giuliana Esposito, Katia Esposito, Luigi Esposito, Maria Esposito, Mario Esposito, Michele Esposito, Michele Esposito, Nino Esposito, Raffaele Esposito, Raffaella Esposito, Salvatore Esposito, Vitaliana Esposito, Mariarosa Esposto, Maria Pia Fabbrocino, Enzo Falco, Pierpaolo Falco, Luca Fantoni, Manuela Faravelli, Adele Fasulo, Fabiola Fasulo, Maria Fasulo, Adelmo Fattorusso, Adelmo Massimiliano Fattorusso, Geppino Fattorusso, Mariarosaria Fattorusso, Lia Felicissimo, Federica Ferrari, Monica Ferrario, Pierluigi Ferraro, Ottorina Ferretti, Andrea Fienga, Massimo Fienga, Sara Fienga, Alberto Filippi, Elisabetta Fiordiliso, Achille Fiore, Giampiero Fiore, Antonio Fiorentino, Carlo Fiorentino, Clementina Fiorentino, Cordialina Fiorentino, Elvira Fiorentino, Enrico Fiorentino, Ermanno Fiorentino, Giovanni Fiorentino, Michele Fiorentino, Paolo Fiorentino, Rosario Fiorentino, Serena Fiorentino, Daniele Fiorile, Claudio Fontanarosa, Ferrante Enrico Formicola, Mattia Fornalè, Maria Forni, Stefano Fornaro, Barbara Fortin, Paolo Foti, Paola Francescucci, Antonio Franchi, Claudio Franchi, Giuseppe Franchi, Stefano G. Franchi, Marco Franconieri, Omar Franzini, Luciano Fruscio, Giuliana Fusco, Stefania Fusco, Isabella Galano, Paolo Galano, Paolo Galano, Giovanni Galiero, Lidia Gallo, Piergiorgio Gambardella, Angela Gargiulo, Antonella Gargiulo, Antonino Gargiulo, Carla Gargiulo, Fabio Gargiulo, Filomena Gargiulo, Franco Gargiulo, Gianpaolo Gargiulo, Giovanna Gargiulo, Giovanni Gargiulo, Giuseppe Gargiulo, Marco Gargiulo, Maria Gargiulo, Maria Antonietta Gargiulo, Martina Gargiulo, Michele Gargiulo, Raffaele Gargiulo, Teresa Gargiulo, Paolo Gaudino, Ines Gava, Fabrizio Genevini, Enrico Genovesi, Francesco Gentile, Santa Gentile, Gennaro Genualdo, Ida Giannangeli, Francesca Giannetta, Roberto Giardelli, Antonella Giardina, Antonella Giardino, Amorina Giglio, Simone Ginnetti, Alberto Giordano, Carmine Giordano, Giovanni Giudice, Ariella Giulivi, Germana Gobbi, Marco Granese, Silvia Teresa Grilli, Francesco Gruosso, Amalia Guarracino, Paola Guerra, Giovanni Gugg, Francesco Guida, Marco Guida, Raffaele Guida, Michele Guidolin, Marina Francesca Guzzon, Simone Vasco Guzzoni, Elga Sonia Iaccarino, Gabriele Iaccarino, Gennaro Iaccarino, Maria Iaccarino, Maria Rosaria Iaccarino, Rosaria Iaccarino, Teresa Iaccarino, Veneranda Imbimbo, Gianni Inciso, Lino Inciso, Annunziata Ingenito, Corrado Ingenito, Valentina Insigne, Marianna Ioviero, Luigi Irolla, Gianluca Iuorio, Vincenzo Iurillo, Alessandra Izzo, Alessio Izzo, Brunella Izzo, Giovanna Izzo, Mara Izzo, Marcello Izzo, Marco Izzo, Massimo Izzo, Roberto Izzo, Rodolfo Izzo, Roberto Keller, Patrizia La Ferola, Rita Lampo, Antonio Landolfi, Giuseppe Landolfi, Nicola Lanzacane, Alessandro Lapastina, Antonio La Scala, Luca Lattene, Luca Paolo Laurente, Immacolata Lauretano, Angela Lauro, Aniello Lauro, Fausto Lauro, Luigi Lauro, Marcella Lauro, Marcello Lauro, Maria Lauro, Mathildis Lauro, Nives Lauro, Paola Lauro, Raffaele Lauro, Roberta Lauro, Maria Rosaria Lavagnoli, Bruna Lazzarini, Paolo Leonelli, Sonia Le Serre, Alessandra Liccardi, Rita Licenziato, Guido Lieto, Stefano Liguori, Marina Limone, Eduardo Limpido, Salvatore Limpido, Stefano Limpido, Giuliana Liotti, Margherita Liotti, Bruna Lombardi, Alfredo Lombardo, Gianni Lombardo, Luciangela Lombardo, Raffaele Lombardo, Antonella Longone, Vanna Lora, Eugenio Lorenzano, Faliero Lucchesi, Micaela Lucchesi, Carlo Maddalena, Vito Vittorio Maddaloni, Valentina Maglione, Carlo Magliuolo, Lidia Maifredi, Annamaria Maione, Biancamaria Maione, Bruno Maione, Eleonora Maione, Fabrizio Maione, Francesca Maione, Rino Maione, Rossella Maione, Fabrizio Mancini, Stefania Manetti, Valerio Mangano, Maurizio Mantoan, Gianluigi Manzo, Roberto Marcantonio, Angela Maresca, Amelia Maresca, Assunta Maresca, Assuntina Maresca, Franco Maresca, Giuseppe Maresca, Michele Maresca, Raffaele Maresca, Luciano Marino, Livia Marsiglia, Roberta Marsiglia, Antonio Martino, Enrico Marulli, Claudia Masala, Maurizio Masala, Alessandra Massaro, Vera Mastella, Adalgisa Mastellone, Daniela Mastellone, Francesco Mastellone, Gaetano Mastellone, Sonia Mastellone, Anna Mastrobuono, Rosanna Mastromano, Linda Masturzo, Teresa Masturzo, Carla Masucci, Angela Matacena, Nello Mattera, Paolo Matuella, Francesco Mauro, Ida Mauro, Luigi Mauro, Maddalena Mazzella, Michele Mazzola, Paola Mennillo, Francesco Meo, Joseph Guido Meo, Felicita Merlino, Michele Merolla, Paolo Messina, Carlo Miano, Massimo Miano, Monica Miccio, Roberta Migliaccio, Domenico Mignano, Gianluca Mignano, Anna Milano, Francesca Milano, Antonino Miniero, Costantino Miri, Chiara Mirino, Rossella Mitrione, Nicoletta Moccia, Valerio Molina, Marco Monopoli, Francesca Monteanni, Francesco Mordà, Cinzia Morelli, Claudia Morelli, Claudio Morelli, Eliana Morelli, Gaia Morelli, Leandro Morelli, Naima Morelli, Nino Morelli, Roberto Morelli, Serena Morelli, Simona Morelli, Vinicio Morelli, Lavinia Morlicchio, Raffaele Morriale, Giovanna Morvillo, Maria Morvillo, Titti Morvillo, Francesco Mosca, Clara Moscaritolo, Alberto Musto, Emanuela Muto, Massimo Muto, Andrea Nebbioso, Anna Nebbioso, Antonio Nebbioso, Paolo Negri, Mariella Nica, Antonella Nicolella, Claudia Nitrella, Francesca Nitrella, Ida Maria Nobili, Ginevra Nocera, Anna Nola, Silvia Nones, Flavia Occhibove, Rosa Occhipinti, Carlotta Origoni, Mariella Orlandi, Angela Pace, Claudia Palagiano, Filomena Pagano, Giuseppina Pagliara, Luigi Palomba, Rachele Palomba, Pasquale Palumbo, Antonino Pane, Gianluigi Pane, Gianpiero Pane, Luigi Pane, Alessandra Papa, Mariarosaria Papa, Anna Maria Parisi, Alfonso Paolella, Luca Papetti, Marisa Parenti, Massimo Parlato, Emilia Maria Pasotti, Felicia Maria Paturzo, Gianna Paturzo, Sandra Paturzo, Viviana Paturzo, Patrizia Pavanelli, Maurizio Pavoni, Luciana Pecoraro, Sebastiano Pecoraro, Antonella Peluso, Paola Peluso, Patrizia Peluso, Giovannella Penza, Antonella Pepe, Antonino Pepe, Betty Pepe, Francesco Pepe, Massimo Peraldo, Assunta Percuoco, Raffaella Percuoco, Umberto Percuoco, Vincenzo Percuoco, Federica Perrella, Ugo Perrella, Antonino Persico, Antonino Persico, Carmela Persico, Maida Persico, Marco Persico, Nello Persico, Valerio Persico, Giuseppe Petagna, Marta Petagna, Ilaria Pezzati, Danilo Picardi, Anna Picco, Luca Pierantoni, Ludovica Pierantoni, Ornella Pinca, Lenka Pinterova, Francesco Pinto, Fulvio Pinto, Lorenzo Piras, Caterina Poggi de Nicola, Anna Maria Pollio, Antonino Pollio, Claudio Pollio, Flavia Pollio, Marianna Pollio, Mariateresa Pollio, Nadia Pollio, Raffaella Pollio, Ugo Pollio, Antonello Pontecorvo, Emiliana Pontecorvo, Giovanna Pontecorvo, Rocco Pontecorvo, Italo Porcelli, Luigi Porcelli, Marcella Porcelli, Mercedes Porcelli, Luisa Porzio, Alessia Prattico, Verilda Prattico, Wanda Pucciarelli, Mariagrazia Pugliese, Umberto Pugliese, Marcella Raja, Antonio Ranieri, Elisa Ranieri, Katia Ranieri, Marianna Ranieri, Alessia Reale, Laura Rebuffoni, Ilaria Ricchi, Antonio Riccio, Flavia Riccio, Francesco Riccio, Salvatore Riccio, Assunta Rispoli, Ornella Riva, Nora Rizzi, Gianluigi Robaldo, Bruna Robiony, Gelsomina Ronca, Daniela Romani, Margherita Romano, Mariagiovanna Romano, Mary Romano, Rosa Romano, Andrea Rotoli, Maria Rotoli, Lucia Rufini, Caterina Ruggi, Fabio Ruggi, Federica Ruggi, Fabrizio Ruggiero, Giuseppe Ruggiero, Raffaella Ruggiero, Anna Pia Ruoppo, Antonella Ruoppo, Chiara Ruoppo, Pia Ruoppo, Roberto Ruoppo, Alessia Russo, Cristina Russo, Delia Russo, Diego Russo, Donatella Russo, Fabio Russo, Federico Russo, Francesco Russo, Gian Luigi Russo, Giuseppe Russo, Ilaria Russo, Lia Russo, Luigi Russo, Luigi Russo, Lulli Russo, Marco Russo, Massimo Russo, Mey Russo, Pier Paolo Russo, Stefania Russo, Tiziana Russo, Valeria Russo, Dario Sacchetti, Ilaria Sacchetti, Giulia Saggese, Michela Saggese, Biagio Salvati, Gianni Sangiuliano, Ines Sannino, Flora Santaniello, Daniela Santoro, Giovanna Sassi, Anna Teresa Savarese, Antonino Savarese, Giovanna Savarese, Andrea Savino, Luca Savino, Laura Scaccabarozzi, Alessandra Scardaccione, Davide Scarpa, Domenico Schiavo, Gianfranco Schiavo, Giannandrea Schiavo, Fabrizio Schiazzano, Alessandro Schisano, Francesco Schisano, Michele Schisano, Salvatore Schisano, Barbara Sciamanna, Ciro Scognamiglio, Angela Seregni, Luisa Seregni, Moira Settimi, Massimo Giuseppe Sfondrini, Magda Shaaban, Umberto Signora, Giuseppina Sole, Anna Somma, Marco Somma, Massimo Somma, Francesco Sorrentino, Giovanni Sorrentino, Lina Sorrentino, Vincenzo Sorrentino, Alessandra Spadaro, Flora Spadaro, Paola Spadaro, Roberta Spadaro, Rossella Spagnuolo, Susanna Spallacci, Mariano Spano, Samuele Spinelli, Alessandra Spinosa, Davide Spinosa, Francesca Spinosa, Franco Staffa, Silvio Staiano Francesca Stefanelli, Gilda Stefanelli, Sabatino Stefanelli, Edo Stelo, Carmine Stinga, Luisa Stinga, Olga Stinga, Stefano Stinga, Roberto Strummiello, Michele Taiano, Isabella Tajani, Massimo Taurmino, Sergio Tavelli, Paolo Terlizzi, Tonino Terrecuso, Donatella Tonizzo, Adele Toriello, Aniello Toriello, Carmine Toriello, Gaetano Toriello, Rita Toriello, Carlo Toscano, Chiara Toscano, Vera Tracuzzi, Alessandro Tramontano, Luigi Trapani, Paola Trione, Francesco Tuccillo, Marinella Turati, Emanuela Turri, Alfredo Uras, Angela Gabriella Urbano, Salvatore Stefano Valentino, Elisabetta Valgoi, Alberto Vanacore, Fulvio Vanacore, Matteo Vanacore, Carmela Varone, Salvatore Veneruso, Veronica Veneruso, Ettore Veneziani, Assunta Ventriglia, Alessandra Venturi, Marisa Venturi, Vito Venturi, Lonigo Vicenza, Luigi Vietri, Tullio Vinaccia, Rosaria Visetti, Adriana Vitagliano, Lucio Vitale, Annaleila Vitiello, Antonio Vitiello, Giuseppe Vitiello, Giuseppe Vittoria, Maria Laura Zagari, Mirco Zanoli, Antonella Zarantonello, Cinzia Zenesini, Angelo Zinetti, Emilio Zinetti, Valentino Zinetti, Patrizia Zuliani.